Un approccio didattico comune: come investire sulle nuove generazioni per affrontare le minacce all’ambiente

A Luglio di quest’anno, al termine di un lungo percorso di confronto e condivisione di esperienze tra gli operatori delle aree protette partner, il progetto ADRIAWET 2000 ha pubblicato il Programma didattico comune (CEP - Common Educational Programme), disponibile sia in lingua slovena che italiana.

Il Programma didattico comune è finalizzato ad aumentare il livello di conoscenza ed i prerequisiti necessari per affrontare temi considerevolmente complessi come la tutela della biodiversità e la rete Natura 2000. L’educazione ambientale mira infatti ad elevare il livello di conoscenza e consapevolezza degli studenti fino a renderli dei cittadini capaci di contribuire al compimento di una società sostenibile. Sono proprio i giovani il collante tra le generazioni presenti e quelle future e per questo motivo una strategia di intervento efficace nel tempo non può prescindere dal loro coinvolgimento.

Il programma prevede una serie di obiettivi specifici e calibrati su tre differenti gruppi di fascia di età e propone una metodologia di lavoro caratterizzata da tre momenti formativi: l’incontro preparatorio con gli insegnanti, l’intervento in aula e l’escursione sul campo, accompagnata dall’utilizzo di strumenti didattici e attività appositamente studiati.

Per ogni gruppo di riferimento vengono fissati dei risultati da raggiungere, diversi ma con la caratteristica comune di rendere gli studenti a loro volta veicolo di disseminazione e promozione di conoscenze e pratiche utili alla tutela dell’ambiente, sia presso le famiglie sia al di fuori del contesto famigliare.

Infine, uno degli elementi chiave del programma didattico comune è valutare la misura in cui il programma stesso e le relative attività hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi e dei risultati previsti attraverso interventi specifici di valutazione e monitoraggio.

 

Per saperne di più:

decoro_sx